Introduzione



 Gli scrittori di solito non devono giustificare i propri argomenti di discussione. Se pensano che quello che stanno scrivendo sarà utile alla gente nella vita pratica o nella ricerca intellettuale, non sentono nessun bisogno di giustificare il proprio lavoro. Il presente libro possiede entrambe le qualità: è utile e di interesse intellettuale. Ma c’è molta gente, anche tra i Musulmani, che pensa che il sesso sia un argomento tabù in tutte le religioni. Per questa ragione, è estremamente appropriato cominciare dalla domanda: La discussione sulla morale sessuale è permessa nell’Islam?

Per rispondere a questa domanda bisogna considerare la definizione di religione dal punto di vista islamico. Chiunque abbia studiato anche superficialmente l’Islam sa che “religione” secondo la definizione islamica significa “un sistema di vita completo” che include tutti gli aspetti della vita umana dal concepimento alla sepoltura. L’Islam non si preoccupa solo dell’elevazione spirituale degli esseri umani ma, allo stesso modo, anche del loro benessere materiale e fisico. L’Islam guida i Musulmani in questioni finanziarie ed economiche, politiche e sociali, e anche nelle sfere morali e personali della vita umana. Quando si tratta di questioni morali e personali, l’Islam prevede specifiche linee guida sull’alimentazione, norme igieniche, codici d’abbigliamento, ed anche regole a proposito del matrimonio, del divorzio e dell’eredità. Le leggi islamiche sul matrimonio non si limitano a come sposarsi e con chi, ma trattano anche della morale sessuale degli esseri umani.

Tale morale sessuale, come vedremo nei seguenti capitoli, è stata discussa nel Sacro Corano, e dal Profeta (S)[1] e i suoi discendenti membri dell’Ahl ul-Bayt (as)[2] diffusamente e apertamente. Non dovrebbe esistere quindi il benché minimo dubbio che l’Islam permetta una discussione aperta a proposito della morale sessuale.

Tutto ciò dimostra il permesso, in generale, di discutere a proposito della morale sessuale. Ciononostante, qualcuno non la considererà una spiegazione sufficiente e mi porrà la seguente domanda: “E’ necessario discutere a proposito del sesso?”

Esistono tre ragioni che giustificano la necessità di discutere a proposito della morale sessuale. La prima ragione è rilevante per tutti i Musulmani e le altre due lo sono per i Musulmani che vivono nel mondo Occidentale, che sono i principali lettori di questo libro.

Prima di tutto, tutti i Musulmani sono d’accordo che è dovere di ogni Musulmano seguire le leggi islamiche della Shari°ah, le quali non si limitano alle preghiere giornaliere, al Digiuno, al Pellegrinaggio (Hajj) e altri atti rituali. La Shari°ah prevede regole specifiche anche a proposito del sesso. Quindi, se un Musulmano desidera seguire l’Islam completamente, deve conoscere la morale sessuale islamica, proprio come deve imparare il modo di adempiere le preghiere giornaliere.

Inoltre, non sarà mai abbastanza enfatizzata la necessità di imparare la morale sessuale islamica per i Musulmani che sono esposti alla nuova morale sessuale dell’Occidente. Attualmente, i propagandisti di questa nuova morale sessuale stanno diffondendo le loro idee con ogni mezzo di comunicazione disponibile: libri, riviste, programmi televisivi, film e video. I Musulmani nel mondo Occidentale in una maniera o nell’altra sono esposti alle norme sessuali non-islamiche dell’Occidente. (In realtà, è un’affermazione piuttosto attenuata: anche i Musulmani in Oriente sono esposti alla cultura occidentale!)

Pertanto, è assolutamente necessario per loro conoscere il punto di vista islamico a proposito del sesso affinché possano condurre una vita islamica.

Infine, i bambini nel mondo Occidentale hanno accesso ad un’educazione sessuale impensabile per le generazioni precedenti; pertanto, è molto importante che i genitori di oggi siano consapevoli di ciò che è giusto e sbagliato in proposito. Solo un genitore Musulmano informato sarà capace di affrontare il problema correttamente e con responsabilità. Queste ragioni dovrebbero essere sufficienti per coloro che, per usare l’espressione coranica, hanno “un cuore o prestano orecchio con una mente presente”.

 La terza ragione sopra fornita non significa necessariamente che io sia completamente d’accordo con la maniera in cui l’educazione sessuale viene affrontata dal sistema scolastico occidentale. Non ho nessun inconveniente ad accettare l’idea fondamentale che i bambini dovrebbero essere educati a proposito del sesso. Ciononostante, non sono d’accordo sull’età in cui comincia l’educazione sessuale e sui contenuti. La questione in sé merita una discussione dettagliata che trascende l’ambito del presente studio. In ogni modo, menzionerò brevemente quello che penso a proposito delle due questioni.



1 next