Origine della Shi’a: Politica o Religiosa?



Seyyed Muhammad Rizvi

1. Introduzione

Negli scritti polemici dei Sunniti, l'Islam Sunnita è l'"Islam Ortodosso", mentre la Shi’a  è indicata come una "setta eretica" sorta con l'obiettivo di sovvertire l'Islam dall'interno. Questa idea a volte è supportata affermando che la Shi’a nacque come movimento politico, che successivamente ottenne una dimensione religiosa.

Questo atteggiamento anti-Shi’ita non è limitato agli scrittori Sunniti dei secoli passati, considerato che alcuni scrittori Sunniti contemporanei hanno lo stesso punto di vista. Nomi quali Abul Hasan 'Ali Nadwi, Manzûr Ahmad Nu'mãni (entrambi dell'India), Ihsãn Ilãhi Zahír (del Pakistan), Muhibbu 'd-Dín al-Khatíb e Musa Jãr Allãh (entrambi del Vicino Oriente) vengono alla mente2 .

Tale opinione non si limita a questo ambito, ovvero a coloro che si sono laureati nei seminari religiosi, senza considerare i cosiddetti accademici del mondo. Ahmad Amin (dell'Egitto) e Fazlur Rahman (del Pakistan) rientrano in questa categoria. 

Ahmad Amin, per esempio, scrive:

"La verità è che la Shi’a è un rifugio in cui chiunque desidera distruggere l'Islam per inimicizia o invidia trova riparo. In tal modo, persone che volevano introdurre nell'Islam gli insegnamenti dei loro antenati Giudei, Cristiani o Zoroastriani, raggiungono i loro scopi nefasti sotto la protezione di questa fede.”3

Fazlur Rahman rappresenta un caso interessante. Dopo essersi laureato presso l'Università del Punjab e di Oxford, e aver insegnato all'Università di Durham e Mcgill, ha lavorato come Direttore dell'Istituto Centrale di Ricerca Islamica in Pakistan fino al 1968; egli perse questa carica in conseguenza di controversie sorte attorno alla sua interpretazione del Corano. E' poi emigrato negli Stati Uniti, diventando Professore di Studi Islamici nell'Università di Chicago. Nel suo famoso libro, "Islam", utilizzato come manuale per i laureandi nelle università occidentali, il Dott. Fazlur Rahman  offre la seguente interpretazione riguardo all’origine della Shi’a:

 "Quando ‘Ali fu assassinato la Shi’a, o “partito” di ‘Ali, in Kufa, chiese che il califfato ritornasse alla casa dell’infelice califfo. La dottrina politica sciita trae origine appunto da questa richiesta legittimista dei discendenti di ‘Ali…”

"La richiesta legittimista, cioè la dottrina secondo la quale la guida della comunità musulmana spetta ad ‘Ali ed ai suoi discendenti, è dunque la bandiera dello shi’ismo originario arabo, che ebbe carattere puramente politico…”



1 2 3 4 5 6 next