Discorso integrale di Seyyed Nasrallah nel giorno di Ashurà 8-12-2011



“Miei fratelli e sorelle, il decimo giorno di Muharram rinnoviamo la nostra promessa a Husayn (A) e gli diciamo, al pari di quanto dissero i suoi compagni nel 10 di Muharram: “Come possiamo rimanere dopo di te…che lamentevole sarà la vita dopo di te, o Husayn. Per Allah! Se venissi ucciso, poi bruciato e i miei resti sparsi nell’aria, e poi tornassi nuovamente in vita, e di nuovo lottare, morire, essere bruciato e i miei resti venire sparsi in aria, e così ancora 1000 volte, non ti abbandonerei, o Husayn!”.

Seyyed Nasrallah ha poi concluso questo breve intervento nella piazza, per riapparire in videoconferenza alcuni minuti dopo e pronunciare il suo discorso integralmente, discorso che presentiamo qui di seguito.

Col Nome d’Iddio Clemente e Misericordioso

La lode appartiene a Dio, Signore dei mondi, e che la Pace sia sul nostro maestro e profeta, il sigillo dei profeti, Abul-Qasim Muhammad ibn Abdullah, la sua pura famiglia e i suoi scelti compagni, e su tutti i profeti e messaggeri.

Che la pace di Dio sia su di te, mio maestro e sovrano Abi Abdillah e sulle anime che si sono sacrificate per te. La pace di Dio sia con te sempre, da parte mia, fintanto che vivrò e fintanto che resteranno la notte e il giorno: chiedo a Dio di realizzare la mia promessa affinché questa non sia l’ultima volta che ti rendo visita. La Pace sia su Husayn, sui due Alì figli di Husayn, sui figli di Husayn e su tutti i compagni di Husayn.

Rispettabili sapienti, fratelli e sorelle, che la pace, la misericordia e le benedizioni di Dio siano su di voi. Che Iddio aumenti la vostra ricompensa per la tragedia che ha colpito il Profeta e la sua famiglia (S).

In primo luogo, vi ringrazio per la vostra grande lealtà, fedeltà, impegno, dedizione e pazienza…e chiedo a Dio che accetti tutti i vostri sforzi.

Mi unisco a voi nel giorno 10 di Muharram, il giorno del martirio di Abu Abdullah al-Husayn, della sua famiglia, dei suoi compagni, per porgere le mie condoglianze al Profeta e alla sua famiglia (S), ai nostri Imam (A), alla nostra guida l'Imam Mahdi, il nipote delll’Imam Husayn e signore del tempo (che Iddio affretti la sua manifestazione), e al suo rappresentante la Guida Imam Seyyed Khamenei (che Iddio lo protegga), come a tutti i nostri marja e sapienti, all'Ummah Islamica e a tutti i musulmani che seguono il Profeta (S).

Commemoriamo questo giorno per rinnovare il nostro cammino, impegno, fede, promessa, fermezza, perseveranza e ardente desiderio di continuare su questo sentiero che è stato percorso da tutti i profeti, messaggeri, intimi (di Dio) e giusti.

Milioni sono stati martirizzati seguendo questo esempio, e Karbala è un punto importante in questo sentiero storico, che sarà ricordato fino al Giorno del Giudizio.



back 1 2 3 4 5 6 7 8 next