Discorso integrale di Seyyed Nasrallah nel giorno di Ashurà 8-12-2011



Plaudiamo la pace civile, rifiutando qualsiasi tipo di provocazione e continuiamo ad essere pazienti nonostante tutte le accuse e colpe che vengono addossate ad Hezbollah, che è costantemente attaccato, perché questo è solo un segno del loro timore di Hezbollah.

Ci sono alcune parti che stanno cercando di provocare la sedizione in Libano, ma noi la rifiutiamo, e affrontiamo questa minaccia in modo cosciente, saggio e paziente…

Facciamo una chiamata affinché il governo libanese si attivi e sottolineiamo l’importanza di rispondere alle legittime richieste del Movimento Patriottico Libero.

Facciamo un invito affinché venga riaperto il caso dei falsi testimoni, che deve essere affrontato perchè venga fatta giustizia: i responsabili non solo hanno accusato falsamente ad alcune persone, ma hanno anche danneggiato la situazione interna del Libano, così come le relazioni tra Libano e Siria, e causato la morte di decine di civili siriani innocenti.

Quella che è più importante è la costante minaccia di Israele al Libano, attraverso gli agenti israeliani e della CIA nel paese, i dispositivi di spionaggio che vengono scoperti gradualmente dalla Resistenza e dall’esercito, e le violazioni e assalti contro di esso.

In questo contesto, sottolineiamo l’importanza dell’asse di potere in Libano, che è Esercito-Popolo-Resistenza.

D’altra parte, nel 10 di Muharram, voglio inviare un chiaro nuovo messaggio a tutti coloro che cospirano e ci sfidano. Questa Resistenza in Libano, con le sue armi, formazione, mujahidin, mente, cultura e la sua presenza rimarrà e non sarà scalfita dalle vostre cospirazioni, complicità e attacchi mediatici, così come dalla guerra psicologica, politica e di intelligence.

Continuiamo aderendo alla Resistenza ed alle armi della Resistenza e vi dico oggi che, giorno dopo giorno, il nostro numero aumenta, l’addestramento migliora, e cresce anche la nostra fiducia nel futuro e negli armamenti.

Sulla questione delle armi, c’è un distorsione reale. Alcuni dicono che le armi della Resistenza sono la causa dei disturbi e dell’instabilità del Libano, ma questa è una frode, giacché le armi utilizzate nei conflitti interni sono i Kalashnikov, M-16 e altri fucili di assalto…e queste si trovano nelle mani di tutti i libanesi. I missili e le armi pesanti non sono utilizzati in questo tipo di incidenti.

Un problema per la sicurezza in Libano è costituito dal fatto che tutti i partiti, famiglie e individui possiedano questo tipo di armi leggere, e non dalle armi della Resistenza.



back 1 2 3 4 5 6 7 8 next